Partecipazioni di matrimonio perfette in 5 mosse

24 Giu, 2022

Il grande giorno si avvicina? È finalmente tempo di pensare alle partecipazioni di matrimonio!
Le partecipazioni di nozze sono il primo contatto che avrete con i vostri ospiti: è attraverso questo materiale che comunicherete ufficialmente a parenti e amici l’intenzione di coronare il vostro sogno d’amore.
Ecco perché sono così importanti e richiedono la massima attenzione. Non solo nell’estetica e nello stile, ma anche nei contenuti.
Che siate sposi classici o estrosi, romantici o dinamici, ecco 5 regole da non dimenticare per realizzare partecipazioni di nozze da manuale!

Regola n° 1: sulle partecipazioni di nozze, data e luogo sono prioritari

Lo dice il nome: le partecipazioni di matrimonio devono consentire agli invitati di partecipare al vostro grande giorno. Sembrerà banale, ma il primo dettaglio a cui prestare attenzione è la chiarezza delle informazioni essenziali dell’evento. A che ora si svolge la cerimonia? Dove? E i festeggiamenti?
Data, orario e location sono elementi chiave a cui dare massima priorità e, se possibile, da arricchire un po’. Per facilitare il raggiungimento della location o il viaggio dalla chiesa al ristorante, ad esempio, potreste inserire all’interno della partecipazione di nozze una mappa contenente i luoghi chiave del matrimonio e le indicazioni per il tragitto.
Non dimenticate, infine, che la partecipazione di nozze classica deve contenere solo le coordinate per la cerimonia civile o religiosa, mentre le indicazioni per il ricevimento vanno inserite in un cartoncino a parte, da allegare nella stessa busta.

Regola n° 2: attenzione al testo!

Se non sapete da dove partire per scrivere le partecipazioni di nozze, vi diamo un aiuto: secondo il protocollo, la prima informazione da trasferire è l’annuncio del matrimonio. Chi lo fa? Gli sposi più tradizionali, che stanno progettando un matrimonio molto elegante o che abitano ancora con i genitori, possono lasciare che siano loro a comunicare le nozze dei figli, mentre gli sposi più moderni possono parlare in prima persona. 

In entrambi i casi, posizionate il nome dello sposo (o dei suoi genitori) a sinistra e la sposa a destra.

Volete distinguervi un po’? Potreste anche optare per una formula più fresca, come “Ci sposiamo e ti aspettiamo al nostro matrimonio!” oppure lasciare che ad annunciare il matrimonio sia vostro figlio “Mamma e Papà si sposano!” o il vostro amico a 4 zampe!

Oltre al “cosa”, è importante anche come scrivere una partecipazione di nozze: gli indirizzi sulle buste vanno scritti a mano, con una bella grafia, e i prefissi variano in base alle circostanze. No a titoli e onorificenze, sì a formule come Gent.mo, Gent.ma o Gent.mi. Per le coppie sposate senza figli, il galateo prevede la dicitura “Paolo Rossi e Signora” o “Paolo e Paola Rossi”, mentre per chi ha bambini si può indicare genericamente “Famiglia Rossi”.

Chiude la partecipazione di matrimonio una richiesta di gentile conferma: si scrive R.S.V.P. e in francese significa “Répondez, S’il Vous Plait”, ovvero, “Rispondete per favore”!

Regola n° 3: curate lo stile delle partecipazioni di nozze

Se avete scelto un tema per il giorno del Sì, è opportuno che le partecipazioni di nozze siano coerenti con l’intero set grafico.

Classico, romantico, shabby chic o giocoso: lo stile delle partecipazioni di nozze racconta chi siete e anticipa agli invitati cosa aspettarsi dal vostro evento.

Il tocco in più? Se avete definito un colore chiave per il matrimonio, inseritelo anche all’interno della partecipazione di nozze: basterà un nastrino colorato o una ceralacca in nuance per rimanere in tinta e suggerire agli invitati di procurarsi un accessorio a tono!

Regola n° 4: rendete le partecipazioni di nozze davvero personali

Il matrimonio capita solo una volta nella vita…almeno si spera!

Per questo, curate ogni dettaglio del vostro grande giorno, personalizzando tutto affinché ogni elemento parli di voi.

Ecco alcune idee per personalizzare le partecipazioni di nozze: 

  • Avete definito un Dress Code per la serata? Comunicate agli ospiti la richiesta di un abbigliamento particolare, proprio all’interno della partecipazione.
  • Gli sposi più tecnologici possono arricchire la partecipazione con un QR code collegato a Google Maps: inquadrandolo, gli ospiti avranno già la strada impostata sul navigatore! 
  • Volete stupire gli invitati? Perché non giocare con lo stile delle partecipazioni di nozze? Potreste personalizzare gli inviti con una vostra caricatura o scegliere cartoncini ad effetto Pop up, per far sporgere qualche dettaglio, come le fedi, i vostri nomi o la silhouette della coppia.

 

Regola n° 5: consegnate le partecipazioni di matrimonio in tempo

asciate agli invitati il tempo di organizzarsi con calma: le partecipazioni di nozze vanno spedite – o consegnate a mano alle persone più intime – almeno 2 mesi prima del grande evento. 60 giorni, circa, sono un tempo utile per consentire di pianificare la presenza, specie se gli ospiti arrivano da lontano. Se potete, anticipate a chi verrà dall’estero un Save the Date almeno 6 mesi prima, così da agevolare l’acquisto di biglietti aerei a prezzi vantaggiosi.
Avete finalmente spedito le partecipazioni di nozze? Sappiate che gli invii non sono finiti! Dopo il matrimonio è buona norma inviare a tutti i partecipanti un ulteriore bigliettino, rigorosamente scritto a mano, per ringraziare gli ospiti della loro presenza…e dei regali.

Commenti Recenti

Nessun commento da mostrare.

Newsletter

Iscriviti per rimanere sempre aggiornato

Scrivimi un messaggio

Sarò felice di aiutarti

9 + 5 =